nome (richiesto)

email (richiesto)

Oggetto (indicare il servizio richiesto)

messaggio

E' necessario autorizzare il trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs n. 196 del 30.06.03 (Codice Privacy). Si precisa che i dati saranno utilizzati al solo scopo di fornire risposte circa le domande formulate.
Autorizzo

canale VHF 16/77 telefoni: 090 986 399 e 090 986 390

Battesimo del mare
Il primo tuffo. Un po’ di teoria, la vestizione e poi… subito nel blu! Sempre in condizioni ottimali, con un panorama da sogno, accompagnati singolarmente da un istruttore. Un tuffo nelle emozioni! Costa 80.00 euro tutto incluso, deducibili dal costo del primo brevetto, che lo spettacolo e la passione Vi richiederanno di fare subito dopo.

Bubblewater
come sopra, ma per i bambini, con diploma finale. Uno dei ricordi piú belli per la vita. Portiamo con noi con maschera e pinne anche Mamma e Papá. Gratis!
Da questo punto ė tutto in discesa! Nel blu! Tutti i corsi e i brevetti Padi, con o senza attrezzatura, dallo Scuba e Open Water al Divemaster, passando per tutte le specialità ( anche se confessiamo di avere qualche difficoltà nel tenere corsi per le immersioni sotto il ghiaccio…), l’Advanced, il Rescue, e i 2 livelli di pronto intervento EFR. L’Open costa 330.00 Euro, tutto incluso. l’advanced 250.00 Le specialità 100.00

I TUFFI PIU’ CELEBRI,
solo qualche informazione, per non rovinarVi la sorpresa e poi… guardate le foto

Strombolicchio
4 tuffi diversi. Ce n’è per tutti i gusti, tranquille, profonde, lunghe, mozzafiato: pareti verticali e muri di gorgonie, mucche travestite da cernie e branchi di barracuda in formazione, ascensori, grotte, picchi, piattaforme e tanto, tanto blu. Non da neofiti. Visibilità: fin dove osano il cuore e l’immaginazione.

Secca di Punta Restuccia
Il paradiso degli open water. Una lunga secca di basalto lavico, fiorita, con un primo cappello a 2 metri(!!!) che degrada, tra sorprese e piattaforme, fino a 15 e poi a 30.

Gli archi di Lazzaro
Un tuffo in relax per neofiti e non. Max 15 metri tra caverne, archi sottomarini, giochi di luce e praterie.

Secca di Scirocco
Impegnativa, nel blu in mare aperto, una piccola cima di monte a -18, e poi giù nell’abisso. Dove osano i tonni! Ne vale la pena. Si incontrano clienti sovradimensionati di ogni genere. Coralli. Murene enormi. Gorgonie. Ricciole. E ancora sorprese!

Secca di mezzo
Un promontorio sulla vecchia linea della battigia. Pesce bianco e azzurro, murene, polpi. Per tutti.

General Harbacher
Un tuffo in acqua bassa (-12) tra incuriositi abitanti dei resti del relitto di un trasporto militare affondato nel 1950, tra residui di blindati, cannoni , fumaioli…

La Sciara del Fuoco
Troppo da dire, e le parole non bastano…  Sono almeno 5 tuffi diversi, non proprio per tutti, ma tutti eccezionali, un canyon sottomarino con caverne, pinnacoli, dirupi, crostacei, pesci, mostri… Fino a dove basta l’aria…

E poi ancora La Lena, La Secca di Fuori, Il Buco della Portella, e tutte le altre isole, Panarea , Filicudi…

Ringraziamenti
Un grazie di cuore a fotografi professionisti (Enzo Troisi, Nicola Genovese) e non (Davide, Bruno) per le immagini più belle. Alle forze dell’ordine per i tuffi più emozionanti, ai collaboratori che ci hanno aiutato negli anni (Nino Zaccone, Francesco Demetrio,  Luca Gozzi, Mattia Recoldi ) e sopratutto ai tanti amici e clienti che ci hanno consentito di continuare a provare l’emozione e il piacere di immergersi, a chi si è brevettato con noi e a chi torna a trovarci e a chi si é portato a casa un raggio di luce nel blu. E un sorriso a fine immersione.